SoftJam e Industria 4.0

Un edificio smart, cioè guidato da un’intelligenza artificiale in grado di capire e interpretare le esigenze di chi ci opera e anche di gestire l’edificio stesso. Ma anche la nuova sede di un incubatore di imprese destinato a far crescere startup specializzate nel cognitive computing e nel machine learning. Ovvero in quelle discipline che sono alla base dell’internet of things (Iot) e quindi dell’industria 4.0.

L’idea di realizzare uno smart building rendendolo anche un innovation hub e un incubatore d’impresa è stata concepita dalla Softjam, azienda genovese dell’Ict, specializzata nella tecnologia cloud (erogazione di risorse informatiche tramite la rete) e partner italiani di Microsft.

L’edificio, invece, è di proprietà del Comune di Genova, si trova in via Cembrano, ed è stato affidato in concessione alla Softjam, in virtù di un bando indetto dall’amministrazione comunale, con l’obiettivo «non soltanto della riqualificazione e della valorizzazione dell’immobile – hanno spiegato al Comune – ma anche alla promozione del tessuto sociale e imprenditoriale ad alto contenuto tecnologico del territorio». All’interno del palazzo, che si sviluppa su quattro piani per circa 1.600 metri quadrati, verranno adottate, chiarisce Andrea Pescino, ad di Softjam, «le più moderne tecnologie per la gestione di tutti gli aspetti energetici, di illuminazione e di sicurezza in modo da riqualificare l’edificio e renderlo uno smart building».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...